Powered by Sistema ARGO
4 ottobre 2019

Agile Open Experience: parla l’Agile Coach Pierluigi Pugliese

Nato nel mondo IT a metà degli anni ’90, il Metodo Agile è oggi un movimento globale che utilizza una metodologia di gestione aziendale flessibile e adattabile che sta trasformando il mondo del lavoro.

Per scoprire quali sono i risvolti positivi dell’impiego dei Metodi Agili in azienda, abbiamo intervistato Pierluigi Pugliese, che sarà a Trieste il 10 ottobre come facilitatore dell’evento Agile Open Experience (iscrizioni qui).

Pugliese vive e lavora in Germania, ha fondato Connexxo Gmbh ed è Agile Coach e Certified Scrum Trainer. Nella sua vita lavorativa ha formato più di 6000 persone e aiutato oltre un centinaio di aziende nel percorso di implementazione di metodologie Agile a livello di singoli team o dell’intera struttura aziendale.

Quando un’azienda può definirsi veramente agile?

“Agilità” significa “capacità di adattarsi” e di migliorare, ovvero un lavorio continuo che un’azienda può e deve fare se vuole rimanere competitiva nel mercato. È un processo, non un punto di arrivo: a mio parere il termine “agile”, che sottintende il raggiungimento di un possibile stato finale, dovrebbe essere sostituito con il concetto di “più agile, che indica molto più chiaramente l’atteggiamento di questi metodi.

Che risultati si possono raggiungere utilizzando la Metodologia Agile?

I risultati variano, ovviamente, in base allo stato di salute e quello organizzativo di ciascuna azienda. In linea generale, tra i principali benefit possiamo identificare: un incremento della collaborazione tra il personale; una maggiore soddisfazione del personale con conseguente miglioramento del funzionamento del lavoro di squadra e dell’azienda; la creazione di una “cultura del miglioramento continuo” che aiuta la realtà a rimanere competitiva nel tempo.

Ci sono aziende o settori in cui il metodo Agile è più efficace?

L’approccio Agile può essere implementato all’interno di aziende di tutti i settori e dalle dimensioni più disparate: nonostante le sue origini legate al settore dello sviluppo di software, il metodo risulta utile anche per attività molto lontane dall’IT quali il marketing, le vendite o l’assistenza clienti.
La metodologia agile include l’esigenza di accogliere in azienda nuovi valori, principi, pratiche e benefit e sono numerosi gli esempi di grandi aziende che hanno deciso di adottare modelli agili per implementare la produttività a livello aziendale, di singole business unit o di specifici progetti (è possibile trovare molti altri casi studio qui e qui).

Quale sarà la struttura dell’evento? E cosa si porteranno a casa i partecipanti?

L’evento in programma a Trieste il 10 ottobre avrà una struttura agile. Sarà totalmente interattivo e basato sul lavoro di gruppo. Utilizzeremo metodologie di lavoro collaborativo come Open Space e Fishbowl; la parola d’ordine dell’Agile Open Experience sarà interazione. L’obiettivo sarà quello di raccogliere le esperienze dei singoli, condividerle e imparare, assieme. Ciascuno si porterà a casa un bagaglio di conoscenze e metodologie legate ai percorsi di agilità aziendale: idee sulle modalità di lavoro in grandi gruppi e spunti pratici per implementare l’agilità in organizzazioni di varie dimensioni e strutture.