Powered by Sistema ARGO
13 giugno 2019

Cantiere 4.0: chiuso il primo ciclo di attività, presentate le iniziative in programma a partire da ottobre

Si è ufficialmente concluso con la conferenza stampa tenuta il 12 giugno il primo ciclo di attività legato a Cantiere 4.0, “BIM e Pubblica Amministrazione”: un piccolo raodshow strutturato in 4 moduli che ha fatto tappa a Trieste, Udine e San Vito al Tagliamento (PN). Al percorso hanno partecipato circa 350 tra professionisti (50% degli iscritti proviene da ordini professionali – ingegneri, architetti, periti e geometri), imprese (30% degli iscritti) e stazioni appaltanti (20% degli lavorano per comuni, regioni ect).

Durante la conferenza stampa che ha visto intervenire Alessia Rosolen (Assessore al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia della Regione FVG), Stefano Casaleggi, (Direttore Generale di Area Science Park), Mario Pezzetta (Presidente di DITEDI), Valerio Pontarolo (Rappresentante di Ance FVG), sono state presentate le iniziative che saranno programmate dopo l’estate.

Secondo ciclo di iniziative

Si tratta di una serie di iniziative dedicate all’informazione e all’approfondimento sul BIM, Building Information Modeling: si partirà con un ciclo di aperitivi in cui i pionieri del BIM saranno chiamati a raccontare la loro esperienza e verranno presentati dei casi studio di realtà che hanno già sperimentato con successo l’utilizzo della metodologia.

È previsto anche un corso di BIM Coordinator con certificazione ICQM per formare figure professionali a supporto della digitalizzazione della filiera delle costruzioni. Verrà avviata inoltre una stretta collaborazione con le scuole Edili Ance, affinché gli studenti possano sperimentare presso i cantieri didattici nuove tecnologie e metodi di applicazione.

Per imprese, professionisti e stazioni appaltanti ci sarà la possibilità di sperimentare e testare le infrastrutture tecnologiche presso i nodi territoriali di IP4FVG.

È, infine, prevista un’attività di supporto e accompagnamento alla digitalizzazione delle stazioni appaltanti presso alcuni comuni selezionati.