Powered by Sistema ARGO
31 marzo 2021

Borse di studio nelle aziende “Fari”: l’esperienza dei protagonisti

“Un’esperienza molto positiva che mi sta offrendo la possibilità di conoscere l’azienda dall’interno e di essere guidato nel percorso di apprendimento. L’aspetto più interessante? Poter partecipare a tutte le fasi del progetto di sviluppo”. Così il giovane Nicholas Vittor racconta la sua esperienza presso Modulblok, azienda specializzata in sistemi di stoccaggio e logistica di magazzino.

Marco Segafreddo, invece, impegnato nello stesso percorso ma in Premek Hi Tech, realtà specializzata in attività di produzione e montaggio di componenti di precisione, spiega: “L’azienda è ben strutturata e organizzata: avere la possibilità di collaborare con loro rappresenta per me un’occasione formativa importante e una grande opportunità per la mia crescita professionale”.

Sono le voci di due dei nove giovani vincitori delle borse di studio messe a disposizione da IP4FVG per realizzare percorsi di training on the job nelle aziende Fari Manifatturieri del Friuli Venezia Giulia. Le borse di studio, infatti, sono state avviate come premio alle imprese regionali che si sono distinte nella trasformazione digitale dei propri processi produttivi, quale supporto all’avvio di nuovi progetti di digitalizzazione.

L’iniziativa ha così permesso ai giovani borsisti di essere coinvolti in prima linea nello sviluppo dei nuovi progetti di trasformazione digitale, incrementando la propria formazione in un’ottica 4.0, grazie alla condivisione di metodi, esperienze concrete, strumenti e competenze messe in campo dalle imprese.

I ragazzi hanno un’età media di 25 anni, provengono soprattutto da atenei regionali e da ITS e sono diplomati, laureati o laureandi con specializzazioni curriculari nei settori della meccanica, elettronica, ingegneria gestionale, economia, chimica e informatica. Anche grazie al loro supporto Premek Hi Tech, Flextronics Manufacturing, Wärtsilä Italia, Electrolux Italia, Modulblok, Danieli Automation, Friul Intagli, LimaCorporate e Maddalena continueranno il proprio percorso di trasformazione digitale aziendale.

Il contributo investito nelle borse di studio, e quindi anche nella crescita professionale dei giovani borsisti, è un mix di fondi pubblici e privati: 180.000 € sono stati investiti da IP4FVG (Sistema Argo), mentre le aziende ospitanti hanno cofinanziato per altri 15.200 €.

“Un percorso così lo consiglierei ai miei coetanei e a qualsiasi neolaureato che voglia dedicare un ulteriore anno di formazione all’accrescimento ad ampio spettro delle proprie competenze sul campo, facendosi guidare da aziende all’avanguardia, come i Fari Manifatturieri”, conclude Stefano Vanin, impegnato in Wärtsilä Italia, azienda internazionale leader nella produzione di motori diesel.

I Fari Manifatturieri sono, infatti, stati premiati da IP4FVG proprio perché possano tracciare la strada dell’industria del futuro e, quindi, per questo sono più che capaci di offrire a giovani talenti piani di formazione all’altezza della sfida Industria 4.0.