Powered by Sistema ARGO
19 giugno 2020

Logistica 4.0: tra lean management e digitalizzazione

Un’efficace gestione del magazzino rappresenta una risorsa fondamentale per le aziende: ottimizzare le attività logistiche, infatti, può avere un forte impatto sull’efficienza dei processi produttivi e sui costi operativi.
Tuttavia è noto che molte delle imprese che non si occupano direttamente di stoccaggi tendono ancora a trascurare questo aspetto, con conseguenti perdite in termini di tempo e di denaro.

Errori comuni…

Alcune tra le criticità più comuni nella gestione del magazzino:

  • Errata gestione delle scorte.
    In un magazzino mal organizzato è facile trovare merce in eccesso o in difetto rispetto al necessario: l’esubero di materiale rappresenta per l’azienda un investimento senza ritorno; la carenza di disponibilità comporta l’impossibilità di soddisfare la richiesta del cliente.
  • Errata organizzazione degli spazi.
    Una gestione logistica poco intelligente e l’accumulo di materiale obsoleto possono indurre l’azienda all’acquisto di nuovi spazi riservati al deposito. Tuttavia, nella maggioranza dei casi, l’introduzione di nuovi sistemi di stoccaggio e scaffalatura (come la scaffalatura drive- in, la scaffalatura compattabile o l’utilizzo di trasloelevatori) basterebbe ad aumentare la capacità del magazzino, con costi relativamente più contenuti.
  • Registrazioni e movimentazioni inesatte.
    La difficile tracciabilità del materiale stoccato in magazzino può portare a “smarrimenti” temporanei degli articoli: una problematica che spesso insorge quando le attività di movimentazione vengono amministrate attraverso strumenti inadeguati (fogli Excel) o affidandosi alla memoria dei magazzinieri. Da qui l’esigenza di frequenti inventari, il rischio di rottura di stock o di un eccesso di scorte e conseguenti perdite di tempo e risorse.

…e come risolverli

Per risolvere queste problematiche è necessario affrontarle con un duplice approccio.
Da un lato, il team aziendale deve rinnovare il proprio metodo gestionale con accorgimenti operativi di lean management per eliminare sprechi di merce, spazi e tempo impiegato nella ricerca e nella movimentazione del materiale.
Dall’altro, occorre il supporto delle tecnologie più idonee.

Strumenti e tecnologie

  • Software gestionale
    Strumenti come Excel sono inadatti a gestire grandi quantità di dati: le informazioni inserite manualmente comportano il rischio di errore costante, e la crescita della quantità di dati implica difficoltà di controllo sul processo di lavoro. La soluzione ottimale è l’introduzione di software per la gestione e la registrazione (WMS: Warehouse Managemet System), che prevedono l’inserimento automatico dei dati e lo scambio di informazioni con altri sistemi gestionali, ad esempio l’ERP (Enterprise Resource Planning). In questo modo è possibile avere controllo in tempo reale sullo stato delle scorte, sui dati e sulle attività di magazzino, oltre che la possibilità di effettuare report e statistiche.
  • Pick to Light.
    Questa soluzione ottimizza tempi e percorsi di allestimento ordini all’interno del magazzino, con un margine di errore estremamente ridotto. Si tratta di display luminosi installati sulle scaffalature che, collegati al WMS, indirizzano gli operatori verso il prelievo degli articoli corretti, nella quantità esatta. I dispositivi sono personalizzabili e permettono di gestire agevolmente più liste d’ordine in contemporanea. I prelievi sono tracciati automaticamente dal software e ciò garantisce l’aggiornamento in tempo reale dello stato dell’ordine.
    Una soluzione identica (Put to Light) è stata implementata anche per le operazioni di deposito della merce.
  • Sistemi di lettura ed etichettatura attraverso RFID (Radio Frequency Identification) e RTLS (Real Time locating system).
    La tecnologia RFID utilizza le radiofrequenze e comporta una serie notevole di vantaggi rispetto alla classica lettura del codice a barre:
  1.  Identificazione di interi carichi di pallet più velocemente e ad una distanza superiore.
  2. Maggiore accuratezza e affidabilità nella lettura.
  3.  No vincoli dell’etichetta: un lettore RFID riesce a leggere il tag anche attraverso barriere infrapposte.

L’RTLS è un sistema di posizionamento preciso che consente di identificare e monitorare la merce in tempo reale e in modo automatico. Grazie ad esso, è possibile localizzare e tracciare la merce in modo affidabile, riducendo i tempi di ricerca.

CHE FARE

Implementare soluzioni gestionali e tecnologie 4.0 adatte alle proprie esigenze di logistica e gestione del magazzino significa aumentare l’efficienza, ridurre gli sprechi, ottimizzare le risorse già presenti e, soprattutto, valorizzare il tempo e le competenze degli operatori.

Per approfondire la tematica e ricevere supporto gratuito nello sviluppo di progetti di efficientamento della gestione del magazzino, è possibile contattare gli esperti di IP4FVG del nodo tematico DIEX- Advanced Manufacturing Solutions. (More info)