Powered by Sistema ARGO
15 maggio 2019

Quali tecnologie alla base della quarta rivoluzione industriale?

Sono passati quasi 240 anni da quando il brevetto della macchina a vapore di James Watt diede lo slancio definitivo alla prima rivoluzione industriale. Ora, o meglio già dal 2012, siamo entrati nella quarta rivoluzione industriale: quella della produzione automatizzata e interconnessa alla cui base ci sono, intuibilmente, le smart technologies.

Di quali tecnologie stiamo parlando?

Secondo l’Osservatorio Industria 4.0 del Politecnico di Milano, ci sono 6 grandi famiglie di tecnologie che caratterizzano l’entrata in questa nuova fase industriale: ogni azienda dovrebbe saperle padroneggiare per restare al passo con i tempi.

Tecnologie Digitali innovative

Le prime tre famiglie di tecnologie sono collegate all’ambito dell’Information Technology e includono:

  • Industrial IOT: si tratta dell’applicazione al settore industriale del concetto di Internet of Things, che si basa sull’interazione tra oggetti intelligenti e reti intelligenti. Dell’IIoT ne abbiamo parlato qui.
  • Industrial Analytics: è il settore che si occupa di analizzare e estrarre informazioni utili all’azienda dai dati in possesso dell’azienda; applica tecnologie e tecniche di Data Analytics e Business Intelligence, Simulation e Forecasting.
  • Cloud Manufacturing: è l’applicazione al settore manifatturiero del concetto di cloud computing. Nel concreto riguarda l’utilizzo in cloud di sistemi consolidati e risorse per la gestione dei processi di produzione e della supply chain. Le risorse, virtualizzate, condivise e accessibili on demand possono riguardare le infrastrutture di un’azienda, le piattaforme o le applicazioni. L’unico requisito è quello di avere un dispositivo connesso alla rete internet.

Operational Technologies

Il secondo gruppo di famiglie è più eterogeneo e si collega al campo delle Operational Technologies:

  • Advanced Automation: è legata alle più recenti innovazioni in campo di produzione automatizzata: i nuovi sistemi sono caratterizzati da elevate capacità cognitive e di interazione e adattamento al contesto.
  • Advanced Human Machine Interface: riguarda le nuove interfacce si dialogo e interazione tra l’uomo e la macchina e i dispositivi wearable. Questi sistemi consentono l’acquisizione e l’interpretazione di informazioni in formato vocale, visuale e tattile.
  • Addittive Manufacturing: è meglio nota come STAMPA 3D. crea un oggetto attraverso la sua stampa diretta e non, come tradizionalmente avviene, attraverso la deformazione plastica dei materiali.

La strada per l’innovazione in ottica 4.0 è ancora lunga per l’Italia. Azioni come gli incentivi della Legge di Bilancio 2019 e la creazione di network per la condivisione e diffusione di conoscenze e competenze tecnologiche come IP4FVG, saranno di concreto supporto alle aziende nel necessario e irreversibile processo di innovazione.