Powered by Sistema ARGO
15 dicembre 2020

RETE EUROPEA DEI POLI DI INNOVAZIONE DIGITALE: IP4FVG TRA I PROGETTI SELEZIONATI DAL MISE

Promossi in Italia. Pronti alla sfida europea. IP4FVG, Digital Innovation Hub del Friuli Venezia Giulia, è stato selezionato tra i 45 poli d’innovazione digitale che l’Italia candiderà a diventare European Digital Hubs. Da una rosa iniziale di circa sessanta candidati, la cabina di regia insediata presso il MISE ha selezionato i progetti ritenuti idonei a partecipare alla seconda fase della call europea per l’individuazione dei poli d’innovazione digitale che faranno parte della rete degli European Digital Innovation Hubs (EDIH).

La prima fase della selezione si è svolta a livello nazionale nei singoli Stati Membri. In Italia, un’apposita commissione del MiSE ha valutato circa sessanta progetti, scegliendo quelli più idonei a partecipare alla fase europea.

 

Nella prima metà del 2021 sarà la Commissione Europea a decretare i soggetti che andranno a costituire la rete di European Digital Innovation Hub (EDIH), una rete che farà da catalizzatore per la diffusione e l’adozione di tecnologie digitali avanzate (dall’High Performance Computing – HPC all’intelligenza artificiale, alla cybersecurity) e lavorerà per favorire la crescita della competitività dell’industria, in particolare delle PMI, e delle organizzazioni pubbliche. Per l’Italia gli hub scelti dovrebbero essere un numero compreso tra 14 e 28.

IP4FVG è stato già citato in due diversi documenti europei come modello di ecosistema virtuoso, in particolare, per avere messo in campo buone prassi nel raggiungere e supportare con successo le piccole e medie imprese nei processi di trasformazione digitale.

“Per poter crescere un ecosistema deve confrontarsi e interagire in maniera strutturata all’interno di una rete internazionale a dimensione europea” ha dichiarato Stefano Casaleggi presidente della cabina di regia di IP4FVG che ha aggiunto “Questo è lo spirito della candidatura al sistema European Digital Innovation Hub, approvata dal MiSE: condividere quanto già realizzato finora e, nel contempo, arricchire l’offerta per le imprese della nostra comunità, in modo da favorirne sviluppo e competitività”.

L’assessore regionale a lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, Alessia Rosolen tiene a sottolineare “lo strategico e imprescindibile coinvolgimento delle Università e della Sissa, quali eccellenze del comparto scientifico e, in generale, del nostro territorio. Nel ringraziare Area Science Park per il ruolo di coordinatore, mi preme porre l’accento sul fatto che questo è un progetto che si inserisce nel progetto Argo, il sistema industriale basato sull’innovazione di processi e prodotti per aumentare la competitività del territorio, la cui mission è contribuire ad allargare al massimo grado il perimetro di applicazione dell’innovazione, sia in campo tecnologico che socioeconomico”.