Powered by Sistema ARGO
22 agosto 2019

Big data e Manutenzione Predittiva: tra abbattimento dei costi e incremento di produttività

Big data e intelligenza artificiale collaborano a stretto contatto nell’Industria 4.0: un importante campo di applicazione di questa sinergia è quello della manutenzione predittiva dei macchinari.

 

Si tratta di una metodologia di manutenzione basata sulla possibilità di rilevare e immagazzinare i dati raccolti tramite sensori posti sulle macchine per ottenere informazioni specifiche dell’impianto e creare un database storico; attraverso successive analisi di Machine Learning, i dati vengono analizzati ed elaborati in maniera puntuale allo scopo di implementare programmi di manutenzione (predittiva e quindi preventiva) specifici.

La manutenzione predittiva sta diventando fondamentale nelle aziende per l’abbattimento dei costi e per l’incremento della produttività che implica. Infatti, capire automaticamente se, quando e come un impianto potrebbe rompersi, oltre ad essere la soluzione migliore da adottare nell’azienda 4.0, garantisce un abbattimento dei costi di manutenzione tra il 25 e il 30%. Questo anche perché l’individuazione precisa ed oggettiva del possibile guasto permette l’individuazione del servizio di assistenza più adatto. (Ricerche di Tools For Smart)

Non solo risparmio nei processi stessi di manutenzione: secondo uno studio prodotto da Porche Consulting, società di consulenza del gruppo automobilistico tedesco, una gestione predittiva dei macchinari genera un incremento nell’utilizzo degli asset industriali che tocca punte del 30%. Grazie a interventi più mirati e intervallati da periodi di tempo più lunghi, è possibile infatti allungare i periodi di attività di macchine e macchinari sottoposti questo tipo di manutenzione.

Intervenire in maniera predittiva, significa generare modelli e algoritmi che il computer sfrutta al massimo per predire la venuta di un guasto nel futuro. Un programma predittivo funzionante può offrire risparmi dell’8-12% rispetto a una semplice strategia preventiva (impianti manutenuti in anticipo rispetto ai guasti, ma senza uno studio specifico sull’andamento dei guasti del macchinario) e del 30-40% rispetto a una manutenzione reattiva (caratterizzata dall’intervento solo in fase di guasto).

La manutenzione predittiva è un potenziale enorme che l’industria 4.0 e l’intelligenza artificiale mettono a disposizione degli imprenditori che vogliono (e vorranno sempre più nel futuro) migliorare l’efficienza del proprio impianto produttivo. Per introdurre il metodo in azienda sono richieste competenze, strumentazioni e flessibilità mentale, ma lo sforzo viene ripagato nel tempo grazie alla riduzione dei fermi di produzione non programmati, al contenimento dei costi di apparecchiature e manodopera manutentrice, così come all’aumento dei ricavi e della sicurezza dei dipendenti a contatto con le macchine, e all’efficacia degli interventi di riparazione.

 

 

Scopri QUI cosa può offrirti il nodo di IP4FVG di Udine, specializzato in Intelligenza Artificiale e Data Analytics.
QUI tutti gli altri nostri nodi dislocati sul territorio del Friuli Venezia Giulia.

 

 

 

Fonti articolo: Tool For Smart ; Porche Consulting ; Wired