Powered by Sistema ARGO
15 luglio 2019

Educare la popolazione all’Intelligenza Artificiale: la strategia della Finlandia.

Non avremo mai così tanti soldi per poter essere i leader mondiali dell’intelligenza artificiale.
Ma come la useremo farà la differenza.

Mika Lintilä, ministro dell’Economia finlandese.

 

 

Non potendo lottare per la supremazia globale in tema di Intelligenza Artificiale, ha deciso di puntare su una strategia di educazione della popolazione sull’AI.
Si tratta della Finlandia (l’ottavo stato più grande d’Europa in termini di superficie, ma con la più bassa densità di popolazione dell’UE – 4 milioni di persone) che dal 2017 ha lanciato il “Progetto 1 per cento, un’iniziativa in collaborazione con l’Università di Helsinki e con la società di consulenza Reaktor, volto a preparare 55mila cittadini volontari, l’1% della popolazione, appunto, alla conoscenza di base e all’applicazione dell’intelligenza artificiale.

Una competenza civica

Le basi di questa tecnologa sono considerate dal governo finlandese come una vera e propria ‘competenza civica’: l’iniziativa si è concretizzata in una serie di corsi online gratuiti chiamata ‘Elements of AI’ con l’intenzione di insegnare ad un numero di persone più ampio possibile che cos’è l’AI, che cosa si può e non si può fare grazie ad essa, e come iniziare a creare dei modelli di AI.

I risultati

Ad oggi già 130.000 persone hanno partecipato ai corsi, cioè oltre il 2% della popolazione, l’obiettivo iniziale.
Di recente la stessa iniziativa è stata portata anche in Svezia con lo stesso obiettivo iniziale di educare almeno l’1% della popolazione locale.

All’iniziativa è possibile partecipare anche senza essere residenti in Finlandia, seguendo la versione inglese del corso.
Maggiori informazioni sul programma e sul corso: Elements of AI