Powered by Sistema ARGO
1 dicembre 2020

GAMIFICATION E DIDATTICA DIGITALE, LA RISPOSTA ALLA CRISI PANDEMICA

Osservare, apprendere e sperimentare sul campo. Parte da questi tre concetti il Progetto Scuole 2020 sostenuto e finanziato dal digital innovation hub IP4FVG, che per il secondo anno consecutivo ha offerto ai ragazzi delle scuole superiori del pordenonese la possibilità di scoprire e mettere in pratica le migliori strategie organizzative e le più efficienti soluzioni tecnologiche per realizzare una smart factory di successo.  Otto gli istituti di scuola secondaria superiore coinvolti, oltre 500 studenti e 25 docenti vi hanno preso parte.

Il percorso, strutturato in lezioni frontali ed esercitazioni pratiche, vuole avvicinare i giovanissimi al mondo dell’Industria 4.0: dalla produzione tradizionale alla trasformazione Lean fino all’evoluzione digitale. A organizzare le lezioni Lean Experience Factory 4.0 (lead partner del Nodo Advanced Manufacturing Solutions di IP4FVG), specializzata da tre anni anche nell’erogazione di attività didattiche per gli istituti tecnici e professionali del Veneto e del Friuli Venezia-Giulia. L’approccio formativo di LEF 4.0 è basato sul connubio tra moduli teorici e attività esperienziali svolte in due ambienti di lavoro diversi: la fabbrica e l’ufficio. Q2

Punto di forza dell’edizione 2020 del percorso è stata la realizzazione di una serie di web app interattive, accessibili tramite qualsiasi browser: una nuova modalità di fruizione con partecipazione immersiva anche se a distanza. Grazie alle web app sviluppate direttamente dal personale tecnico di IP4FVG, i ragazzi hanno potuto visitare da remoto la LEF e visionare contenuti video e documenti tecnici in cui sono illustrati i processi produttivi degli ambienti di lavoro. “Ogni studente ha analizzato da vicino il processo, per comprenderne il funzionamento e strutturare ipotesi di miglioramento di spazi, workflow, disposizione di macchinari, persone e strumenti di lavoro” spiega Fabrizio Ciolino (assegnista di ricerca IP4FVG, sviluppatore delle applicazioni) “In questo modo abbiamo voluto fornire gli strumenti necessari per ottimizzare e digitalizzare un processo produttivo attraverso l’osservazione diretta di situazioni realistiche, seppur virtuali”. A questo proposito, nel corso del digital tour sono state realizzate esercitazioni aventi focus specifico sui comportamenti e sull’approccio al lavoro degli operatori impiegati nella fabbrica e nell’ufficio, per permettere agli studenti di comprendere come una mentalità positiva e un atteggiamento collaborativo da parte dei dipendenti siano altrettanto importanti, al pari delle tecnologie, per l’innovazione in azienda.

Altra tematica affrontata è stata l’osservazione dei cosiddetti sprechi digitali durante il flusso di lavoro, ossia delle attività e delle risorse non indispensabili per creare valore aggiunto. Anche in questo caso gli studenti hanno potuto cimentarsi nell’applicazione di principi di efficientamento produttivo di tipo Lean e di tecnologie digitali allo scopo di migliorare i processi aziendali.

Grazie all’utilizzo delle web app il programma del corso è stato arricchito, gli ostacoli (conseguenza della crisi pandemica) sono valsi da stimolo per sperimentare nuove modalità di erogazione della didattica che dai primi feedback ricevuti si stanno dimostrando efficaci e gratificanti. In particolare, è stata apprezzata l’organizzazione e la qualità delle lezioni, l’approccio informale e concreto attraverso cui gli studenti sono stati accompagnati nella comprensione della materia, sollecitandone la ricettività con esempi pratici legati al quotidiano. Nonostante l’interazione online, il coinvolgimento è stato alto e ha motivato in gran parte dei ragazzi un atteggiamento autonomo e responsabile ai fini dell’apprendimento.

Dato l’entusiasmo dei partecipanti e il successo del corso, IP4FVG ha deciso di estendere il progetto, nel 2021, ad altre scuole del Friuli Venezia-Giulia e di coinvolgere tutti i 4 nodi territoriali.