Powered by Sistema ARGO
25 marzo 2021

Quando la Realtà Aumentata entra nel cantiere

La realtà aumentata (Augmented Reality o AR) è una tecnologia innovativa che permette di incorporare elementi virtuali alla realtà che ci circonda, sfruttando generalmente i display installati su dispositivi mobili, tablet o wearable device. Una tecnologia che in ambito edile può portare benefici ad architetti, designer, ingegneri, costruttori e fornitori di servizi: nel mondo delle costruzioni, infatti, la realtà aumentata consente di combinare elementi architettonici virtuali al cantiere fisico con la conseguenza di aumentare la cura degli interventi, di ridurre gli errori e gestire in maniera più efficace tempi, risorse e denaro.

Vediamo alcuni esempi di possibili applicazioni della realtà aumentata al settore edile.

Progettazione

Attraverso l’utilizzo della realtà aumentata è possibile valutare visivamente gli impatti ambientali, paesaggistici e sociali del progetto di cui è possibile visualizzare il manufatto finale (virtuale) in maniera molto dettagliata.

Fin dalle fasi autorizzative o progettuali, l’utilizzo congiunto di realtà aumentata e BIM, consente ad architetti, ingegneri e costruttori di mostrare alla committenza il modello funzionale del progetto, o parti dello stesso. Esistono a questo scopo anche applicazioni per smartphone o tablet* che permettono di visualizzare il progetto, disegnarlo incorporando i CAD e collegare il cantiere all’ufficio in tempo reale.

Revisione del lavoro in cantiere

Una delle caratteristiche più importanti della AR è la possibilità di monitorare il progetto durante le varie fasi del cantiere. Con un semplice tocco l’operatore è in grado di confrontare rilevazioni con modelli progettuali e, se necessario, fare revisioni in corso d’opera. Gli aggiustamenti e le correzioni permettono di risparmiare su costi di produzione ed evitare ritardi di consegna.

Sicurezza e ispezione

La sicurezza è una delle sfide principali nel mondo delle costruzioni: grazie alla realtà aumentata, Halolens e smart glasses possono essere utilizzati come attrezzatura per operazioni di ispezione. Chi effettua l’ispezione ha la possibilità, laddove necessario, di catturare immagini in maniera istantanea o recuperare velocemente informazioni del progetto in modo preciso e accurato. I punti problematici o delicati diventano così più facili da riconoscere, identificare e condividere in modo rapido.

Formazione

La formazione del personale coinvolto nella gestione dei macchinari utilizzati in edilizia può esser ottimizzata e diventare interattiva con l’impiego dei visori per la realtà aumentata. Grazie a questa tecnologia vengono ridotti costi e tempi di formazione, le istruzioni per gli operatori sono dirette e intuitive e l’ambiente formativo è più sicuro poiché permette di lavorare grazie al controllo da remoto.

La realtà aumentata ricopre quindi un importante ruolo di facilitazione nell’interazione con il reale, anche per il mondo delle costruzioni: un ruolo di arricchimento e ottimizzazione che aggiunge informazioni rilevanti e utili all’utente e al professionista.


 

Vuoi ricevere aggiornamenti sui temi della digitalizzazione e dell’innovazione nel settore delle costruzioni?
Iscriviti alla nostra newsletter